lunedì 8 ottobre 2012

Conto alla rovescia

Mancano pochi giorni al mio ritorno a casa, questi due mesi insieme alla mia dolce metà sono volati.
Due mesi intensi, pieni di novità belle e brutte, non sono mancati i problemi (alcuni risolti altri ancora in fase di risoluzione) e i momenti NO, di quelli che ti fanno girare le balle come eliche, allietati fortunatamente da molte soddisfazioni creative.
Eh si, noi siamo una coppia di anime creative. Lui con il suo talento nel campo televisivo di regista/videomaker (pubblicità, video clip, ecc...) mentre io spazio dalle stoffe a fare l'assistente regista con la passione per la fotografia, quest'ultima poco coltivata, ahimè.
In tutto questo delirio di impegni, abbiamo in cantiere un cortometraggio e un altro progetto ancora top secret, quindi descrivere in qualunque modo il suo "lavoro" diventa sempre e comunque riduttivo. Sopratutto se si lavora con degli....stendo un velo PIETROSO!
Non voglio annoiarvi con le mie lamentele su quanto sia, troppo spesso, poco gratificante questa professione e su quanto sia difficile (in Italia) farsi strada in questo campo, quindi, passiamo oltre.

In tutto questo gran da fare, per quanto riguarda il mio campo NON HO FATTO UNA MAZZA!
Quello che sono riuscita a fare è stato lavorare all'uncinetto fino allo sclero ultimo, ho fatto e disfatto il retino praticamente all'infinito >.< facendo sì di sembrare Penelope che faceva e disfaceva la tela.
Lei almeno aveva uno scopo più nobile del mio, unica consolazione? Che ho trovato molte persone con la medesima sorte o sindrome, almeno so di non essere l'unica disfa-uncinetto in circolazione.
Avessi avuto la mia fida macchina da cucire non sarebbe successo, sarei stata super impegnata ma sopratutto non sarei stata costretta ad essere lavorativamente monotematica. Diciamo pure che questo periodo mi ha fatto capire una cosa (che probabilmente avevo temporaneamente rimosso). Io non ce la faccio a stare fissa su una stessa cosa, su una stessa tecnica, dopo un po' devo necessariamente cambiare altrimenti mi prende un embolo. Se mi fossi decisa prima a scegliere la nuova bimba forse qualcosina l'avrei fatta ma pazienza, alla fine di quello che si è rivelato più un travaglio oppure odissea (restando in tema con Penelope) scelta è stata fatta e lei è già arrivata a casa  ^.^ uh uhhhh!!

Ve la mostro in anteprima, la foto è presa dal web perchè non me la potrò godere prima di questo giovedì.


Brother C2500: ha più funzioni e pulsanti del mio Computer -.-'
Presto arriverà anche una serie di piedini nuovi e il tavolo prolunga per quiltare in libertà ^.^ tanto prima che ci capirò qualcosa diventerò nonna. A proposito di nonna, un aneddoto fresco fresco!

Stamattina mi ha telefonato il corriere ups, che ovviamente non sapendo dove abito voleva le indicazioni per la consegna, visto che abito in una zona fuori città dimenticata da tutti tranne che da chi ci manda le bollette. Insomma, gli do le indicazioni e lo avverto che a casa io non ci sono ma ho provveduto ad avvisare il resto della famiglia. Chiusa la telefonata, penso che è meglio se chiamo mia nonna e la avverto che sta arrivando il corriere con la macchina da cucire nuova, tempo 5 minuti e stava lì. Con una donnina arzilla di 82 anni con problemi di sordità...non si può mai dire che non senta il citofono.
Il telefono squilla per un po'...e questo è il dialogo.
Nonna: Pronto?
Io: Pronto nonna...
Nonna: Prontoooo!!!
Io: Nonna mi senti, Pronto!
Nonna: PRONTOOO!
Io: NONNA PRONTO!!!
Nonna: Pronto, MA CHI PARLA?

E meno male che sono l'unica nipote femmina...con questa vi saluto!
Baci,
Fabiola




Ps: l'autunno è decisamente arrivato e vi lascio questa bellissima foto presa dal web, non vedo l'ora di bermi un thè fumante con le caldarroste, gnam



Ti potrebbero anche interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...